COPPA ITALIA, NETTA SCONFITTA IN FINALE CONTRO CATANIA


Pubblicato il 11 febbraio 2018

Non riesce la SIS a realizzare il sogno di vincere la coppa Italia ad Ostia. Un Orizzonte Catania più cinico e voglioso ha meritato di portarsi a casa il secondo trofeo stagionale. La gara andata in scena oggi pomeriggio ha mostrato una SIS distratta e forse anche un pochino intimorita dall’avversario che dopo pochi minuti si trova subito in vantaggio per 4-0 con doppietta di Garibotti e gol di Bianconi e Aiello.

Nel secondo quarto la musica non cambia; Centanni sorprende la Johnson – fin qui pressochè inattiva – e segna la rete del momentaneo 1-4 ma una doppietta di Bianconi permette alla formazione etnea di andare al riposo in vantaggio di cinque reti, 1-6.

Inizia la ripresa e la SIS ha una reazione veemente con Picozzi (doppietta) e Centanni fino al 4-6 di metà tempo. Le nostre ragazze hanno anche la palla per il 5-6 ma la sprecano e, sul capovolgimento di fronte, viene fischiato un rigore per un fallo del nostro capitano Giovannangeli. Garibotti si incarica del tiro e realizza. Il quarto si chiude con il gol di Aiello per il momentaneo 4-8.

Nell’ultimo quarto la gara si chiude, di fatto, con i gol di Garibotti, Van Der Sloot e Palmieri. Formiconi sostituisce Sparano facendo esordire Brandimarte tra i pali. Gli unici sussulti del periodo sono di Gual e di Galardi. Vince l’Orizzonte, per la Sis comunque la soddisfazione di aver disputato un’altra finale.

Il capitano Giovannangeli a fine gara: “Il nostro sogno è sfumato purtroppo. Partire con un handicap di 6-1 condiziona inevitabilmente la gara. Abbiamo iniziato a giocare dal secondo tempo e questo non possiamo permettercelo mai. Arrivare seconde, comunque, è un buon risultato anche se, come dice il nostro allenatore, chi arriva secondo di fatto non ha vinto nulla. Questo ci serva per lavorare ancora più duramente per affrontare i prossimi impegni ufficiali.”

SIS ORIZZONTE 6-12 (0-4, 1-2, 3-2, 2-4)
Sis Roma: Sparano, Tabani, Gual Rovirosa 1, Marani, Giovannangeli, Tankeeva, Picozzi 2, Sinigaglia, Galardi 1, Centanni 2, Giachi, Rugora, Brandimarte. All. Formiconi.
L’Ekipe Orizzonte: Johnson, Ioannou 1, Garibotti 3, Bianconi 3, Aiello 2, Grillo, Palmieri 2, Marletta, Van Der Sloot 1, Morvillo, Riccioli, Lombardo, Schillaci. All. Miceli.
Arbitri: Calabrò e Frauenfelder.
Superiorità numeriche: Roma 4/8 e Catania 3/6 + un rigore.
Note: nessuna è uscita per limite di falli.