SERIE A1, NETTA SCONFITTA A CATANIA


Pubblicato il 10 marzo 2018
Netta sconfitta in terra sicula per la SIS che cede nettamente il passo alla capolista Orizzonte. Gara in equilibrio fino alla fine del secondo quarto, poi è un monologo etneo fino alla vittoria finale.
Pronti via ed è subito 2-0 per l’Orizzonte con Garibotti che realizza dalla distanza sorprendendo Sparano. La prima reazione SIS arriva con il gol di Tabani (3-1) e poi con quello di Picozzi per il 3-2 parziale.
Da qui in poi Catania cambia passo e la SIS non riesce a reggere la botta. Il 9-1 della seconda parte di gara la dice tutta sull’andamento dello stessa.
Enrico Alonzi, primo assistente di Formiconi commenta così la gara di oggi: “Abbiamo retto quasi due tempi giocando alla pari, pur partendo sotto 3-0. Dal 4-3 in poi ci siamo arresi inspiegabilmente. Il loro portiere ha fatto almeno cinque parate al di sopra della media, facendo prendere loro la giusta fiducia. Hanno giocato molto meglio di noi meritando la vittoria.”
Prossimo impegno sabato 17 ore 15 contro Milano al Foro Italico.
ORIZZONTE – SIS 14-4 (2-0, 3-3, 5-1, 4-0)
L’Ekipe Orizzonte: Johnson, Ioannou, Garibotti 5, Bianconi 3 (1 rig.), Aiello, Santapaola, Palmieri 3, Marletta 1, van der Sloot 1, Morvillo, Riccioli, Lombardo 1, Schillaci. All. Miceli.
Sis Roma: Sparano, Tabani 1, Gual 1 (1 rig.), Marani, Giovannangeli 1, Tankeeva, Picozzi 1, Sinigaglia, Galardi, Centanni, Giachi, Cellucci, Brandimarte. All. Formiconi.
Arbitri: Colombo e Fusco.
Superiorità numeriche: Catania 7/8 + un rigore, Sis Roma 2/8 + un rigore.
Note: espulsa per brutalità Gual (Roma) a 11 secondi dalla fine. Uscita per limite di falli Sinigaglia (Roma) nel quarto tempo. Cambio di portieri nel quarto tempo.