LA SIS ROMA VOLA IN FINALE DI COPPA ITALIA, PADOVA BATTUTA 9-7!


Pubblicato il 05 gennaio 2019

Una magnifica SIS Roma sbanca in Coppa Italia ed approda in Finale battendo i Campioni d’Italia del Padova per 9-7!

Una prova magistrale delle ragazze di Marco Capanna che, dopo un avvio tutto in salita, si è ritrovata a recuperare punto su punto e da un parziale di 5-3 ha recuperato e superato fino ad arrivare sul 5-9 e terminare la gara con il punteggio di 9-7 per le romane con la tripletta di Domitilla Picozzi, le doppiette di Giada Sinigaglia e Shae Fournier e le reti di Silvia Motta e Izabella Chiappini, oltre alle parate di Loredana Sparano, anche oggi decisiva.

Il primo tempo è un botta e risposta e termina in parità sul 2-2, mentre il secondo e terzo tempo ha visto una reazione categorica della SIS lasciando ben poco alle avversarie, lasciando i demoni del passato negli armadi e tirando fuori il carattere che sta facendo sempre più parte di questa squadra trascinata dal tecnico ligure che, a fine gara, si dice soddisfatto ma senza sbilanciarsi troppo: “Vincere è sempre bello, farlo con il Padova che sono pluricampioni d’Italia lo è sicuramente, ma non abbiamo fatto nulla. Avevamo detto ieri che ci sarebbero state due finali ed una l’abbiamo vinta, adesso pensiamo subito alla prossima (con il Rapallo) e l’affronteremo esattamente come oggi, con grinta, cattiveria e coraggio. Siamo qui perchè vogliamo vincere e portare a casa la Coppa, non vogliamo nascondermi e ci giocheremo questa finale al massimo”.

PLEBISCITO PD-SIS ROMA 7-9

Plebiscito PD: Teani, Barzon, Savioli 1, Gottardo, Queirolo 1, Casson, A. Millo, Dario, Grab 1, Ranalli 3, Meggiato, Armit 1, Giacon. All. Posterivo.
SIS Roma: Sparano, Tabani, Galardi, Toni, S. Motta 1, Tankeeva, Picozzi 3, Sinigaglia 2, Nardini, Di Claudio, Chiappini 1, Fournier 2, Brandimarte. All. Capanna.
Arbitri: Nicolosi e Piano
Note: parziali 2-2, 2-4, 1-3, 2-0. Uscite per limite di falli Tabani (R) e Chiappini (R) nel quarto tempo. Ammonito Posterivo (allenatore Padova) per proteste nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Padova 4/14 e Roma 4/11. Spettatori 250 circa.